Boccia: “Non c’è una data per fase 2”

Covid-19, Boccia: bloccheremo i voli dai paesi non sicuri. Ma non daremo mai degli untori agli altri come hanno fatto con noi, dice il ministro per gli Affari regionali
Francesco Boccia

Il ministro per gli Affari regionali, Francesco Boccia, ospite di ‘Circo Massimo’ su Radio Capital, ha parlato della cosiddetta fase 2. “Non è realistico dare date, non sarebbe corretto. Il grado di rischio delle singole attività determinerà i tempi”.

Le parole di Boccia

Ieri per la prima volta i numeri hanno iniziato a fare vedere una luce, fioca ma c’è. Quei numeri coincidono con l’aver abbattuto la barriera dell’uno, cioè ogni positivo comincia a contagiare meno di una persona. Ora dobbiamo arrivare a 0,5, 0,6, alcune regioni iniziano ad essere in quella zona lì, però dobbiamo fare qualche altro sacrificio. Da questa vicenda si è capito che la prevenzione territoriale pubblica deve essere capillare e rigorosa e le Regioni che erano in condizioni critiche hanno avuto questa caratteristica, mi riferisco ad Emilia Romagna e Veneto. La condizione di quelle Regioni rispetto alla Lombardia è diversa. Quando è esploso il Covid 19 doveva essere molto chiaro a tutti che era necessario distinguere i luoghi Covid dai luoghi non Covid”.