Salvini: “Siamo in tempo di guerra e non si può andare al risparmio”

In un’intervista al quotidiano La Verità il leader della Lega Matteo Salvini torna a tuonare. “Ho visto che personaggi come Mario Draghi e Carlo Cottarelli sono favorevoli a spendere subito tutto il possibile. Siamo in tempo di guerra e non si può andare al risparmio. Buoni del tesoro straordinari per 100 miliardi di euro, a lunga scadenza, dedicati a investitori italiani a cui riservare vantaggi fiscali. 100 miliardi non basteranno. Il ministro Gualtieri dice di avere risorse limitate. Così non va. La Svizzera eroga il 10% del fatturato in contanti alle aziende in base a un foglio di autocertificazione”.

Matteo Salvini
Matteo Salvini

In un’intervista al quotidiano La Verità il leader della Lega Matteo Salvini torna a tuonare. “Ho visto che personaggi come Mario Draghi e Carlo Cottarelli sono favorevoli a spendere subito tutto il possibile. Siamo in tempo di guerra e non si può andare al risparmio. Buoni del tesoro straordinari per 100 miliardi di euro, a lunga scadenza, dedicati a investitori italiani a cui riservare vantaggi fiscali. 100 miliardi non basteranno. Il ministro Gualtieri dice di avere risorse limitate. Così non va. La Svizzera eroga il 10% del fatturato in contanti alle aziende in base a un foglio di autocertificazione”.

Le parole di Salvini

Bisognerebbe investire in sviluppo, sostegno alle imprese, opere pubbliche. La parte non sottoscritta dagli italiani verrebbe sottoscritta dalla Bce qualora venissero garantiti crediti d’imposta o esenzioni dal 12,5% di imposta. L’importante è che si ragioni in queste dimensioni anche se le normative europee non permettono tassi d’interesse più alti”.

Andrea Gussoni
Nato il 28 gennaio 1986, fin dai tempi dei miei studi ho seguito le mie passioni, prima diplomandomi al liceo linguistico Virgilio e poi laureandomi in Psicologia delle Comunicazioni. Ho iniziato a lavorare come giornalista sportivo nel 2008 ma negli anni ho ampliato i miei orizzonti, professionali e non.