Sala: “Ok Garattini, diamo i dati sul virus ogni 4 giorni”

Sala: "Ok Garattini, diamo i dati sul virus ogni 4 giorni, ragionare sulla giornata rischia di creare ansia tra la gente"

Sala: “Ok Garattini, diamo i dati sul virus ogni 4 giorni”. Nel suo consueto messaggio sui social stamane il sindaco di Milano Giuseppe Sala solleva delle perplessità sulla diffusione giornaliera dei dati sul contagio da coronavirus in Italia, dicendosi d’accordo con Silvio Garattini, fondatore dell’Istituto Mario Negri. “Abbiamo qualche livello di consapevolezza a che livello di contagi potremmo considerarci pronti a ritornare alla normalità? – afferma il sindaco – C’è qualche algoritmo del genere o ci aspettiamo che vadano a zero per dire è finita? Io comincio ad avere molti dubbi. Vedo quello che dice oggi Garattini che dall’alto dei suoi 91 anni dice: sarebbe meglio comunicare le cifre ogni tre o quattro giorni, ragionare sulla giornata rischia di creare ansia tra la gente”.

Sala: “Ok Garattini, diamo i dati sul virus ogni 4 giorni”

Sala aveva iniziato il suo discorso con un pnesiero su privacy e trasparenza: “Dobbiamo sapere tutto e subito. – ha affermato – In linea generale siamo tutti d’accordo. Io un po’ meno quando si passa dalla linea generale alle questioni pratiche, perchè a volte il sistema mostra i suoi limiti. Ogni sera stiamo ad aspettare i dati sulla diffusione della pandemia, ma quello su cui ci si concentra di più è quello relativo ai contagi. Pensate quanto è strano il fatto che è un dato ufficiale ma in quanto ufficiale non vero, perchè gli scienziati sostengono che la diffusione è probabilmente dieci volte tanto e non sappiamo nemmeno quanti tamponi e a chi sono stati fatti”.