Meloni: “Europa vuole mettere in ginocchio Italia”

Giorgia Meloni, presidente di Fratelli d'Italia, ospite di 'Dritto e rovescio' su Retequattro, si è sfogata puntando il dito contro l'Europa.

Giorgia Meloni Conte
Giorgia Meloni (foto repertorio)

Giorgia Meloni, presidente di Fratelli d’Italia, ospite di ‘Dritto e rovescio’ su Retequattro, si è sfogata puntando il dito contro l’Europa. “È un’Europa nella quale ciascuno pensa per sé ma è un’Europa nella quale altri pensano contro qualcun altro. In Europa abbiamo le persone che circolano liberamente ma non abbiamo un protocollo comune nel caso di rischio pandemia: l’Europa va in ordine sparso. Non abbiamo a monte un sistema unico di certificazione dei contagi e delle vittime perché ognuno sta facendo come gli pare e nessuno mi toglie dalla testa che altre nazioni abbiano nascosto quanti sono i loro contagiati e le loro vittime per poter puntare il dito contro l’Italia e per non avere il contraccolpo economico che stiamo avendo noi”.

Le parole di Giorgia Meloni

Dopodiché, finché il problema era solo italiano, l’Europa ha messo 200 milioni per il Coronavirus compresa la ricerca; poi è diventato francese e tedesco e ora si comincia a parlare di miliardi. Abbiamo chiesto aiuto alla Banca centrale europea e guarda caso questa signora Lagarde ha fatto una gaffe che ci ha fatto perdere 17 punti sulla Borsa in poche ore… Perché una che è stata per due mandati a capo del Fondo monetario internazionale non sa che se dice ‘non siamo qui per chiudere gli spread’ la Borsa crolla?”.

Conclusioni

Siccome io non sono cretina, escludo che sia stata una gaffe. E se non è una gaffe, vuol dire che c’è un disegno, e se c’è un disegno, quel disegno è: ‘E’ solo colpa dell’Italia’ così da metterla in ginocchio in un momento di difficoltà per poi acquisire i suoi asset strategici a prezzi stracciati e costringerla ad accedere al Fondo salva Stati –si è chiesto perché proprio in queste ore l’Eurogruppo si è messo a discutere del Mes?– commissariare la sua politica economica, portare l’Italia al default e far pagare ai risparmiatori italiani il nostro debito. È il grande disegno, il grande sogno”.

Andrea Gussoni
Nato il 28 gennaio 1986, fin dai tempi dei miei studi ho seguito le mie passioni, prima diplomandomi al liceo linguistico Virgilio e poi laureandomi in Psicologia delle Comunicazioni. Ho iniziato a lavorare come giornalista sportivo nel 2008 ma negli anni ho ampliato i miei orizzonti, professionali e non.