Lanzi, il senatore M5S che vuol far indagare Sgarbi

Lanzi, il senatore M5S che vuol far indagare Sgarbi per istigazione a delinquere a proposito della polemica del critico sul coronavirus

Lanzi, il senatore M5S che vuol far indagare Sgarbi
Gabriele Lanzi

Lanzi, il senatore M5S che vuol far indagare Sgarbi. “Spero che al più presto Vittorio Sgarbi venga perseguito per istigazione a delinquere dalle autorità competenti. Nella giornata di ieri il noto critico d’arte, Parlamentare eletto ma privo di ogni senso di responsabilità, sulla sua pagina Facebook ha incitato ripetutamente alla ribellione contro queste imposizioni restrittive parlando del coronavirus come di una minaccia complottistica inventata e inesistente”. Lo scrive il senatore M5s Gabriele Lanzi commentando la polemica iniziata da Sgarbi sui propri canali social.

Lanzi, il senatore M5S che vuol far indagare Sgarbi

“Da critico d’arte a medico o ancor di più specialista in virologia per Vittorio Sgarbi il passo è brevissimo. – continua – Il suo delirio di onnipotenza comunicativa è arrivato ad un punto limite che non è più sopportabile e deve essere perseguito. Istigare a commettere un reato, come quello di non rispettare il divieto agli spostamenti, va perseguito secondo l’Articolo 414 del Codice Penale (Istigazione a delinquere, ndr). Oltre questo ha pensato bene di dispensare insulti a specialisti ed esperti come Burioni e Pregliasco e parole di presa in giro anche verso il capo dello Stato. Ne abbiamo abbastanza di questo personaggio. Che paghi per le sue parole”, conclude Lanzi.