Tajani nega che in Forza Italia ci saranno ‘responsabili’

Tajani nega che in Forza Italia ci saranno 'responsabili'. E smentisce anche che Berlusconi voglia lasciare

Tajani nega che in Forza Italia ci saranno ‘responsabili’. Matteo Renzi continua a tirare la corda e ormai della questione dei parlamentari che dovrebbero sostituire i renziani si parla alla luce del sole. Nell’area della maggioranza c’è chi auspica apertamente questa soluzione (Bettini, Bersani). In Fi, partito a quanto pare destinato a veder partire i transfughi, qualcuno degli indiziati smentisce, qualcun altro tace, ma uno, Paolo Romani, ha detto e non detto. Per Antonio Tajani quel che sta succedendo è solo “il solito botta e risposta di Renzi contro Conte, Conte contro Renzi, tutti contro tutti…”. Ma secondo il vicepresidente di Fi, intervistato dal Corriere della Sera, sono scaramucce che non porteranno “a niente. Non succederà niente. Sicuramente niente che coinvolga noi di Forza Italia”.

Tajani nega che in Forza Italia ci saranno ‘responsabili’

Non ci saranno defezioni verso un gruppo di responsabili che tenga in piedi i giallorossi in caso di crisi, sostiene: “Non ci sono fughe, giochini, non ci sono corse ad andare a sostenere un governo che litiga su tutto e che potrebbe cadere da un momento all’altro”. Né c’è ragione che accada, per Tajani, visto che non c’è “nessuna dismissione” di Fi, “nessuna ipotesi di partito unico, perché il centrodestra vince solo se è plurale e diversificato al suo interno”. Smentita pure la tentazione del leader di Fi di mollare: “Se Berlusconi fosse stanco della politica avrebbe detto ‘lascio'”, invece “al premier ungherese Berlusconi ha detto: ‘Resto qua perché l’Italia ha bisogno di me’. E anche noi”.