Secondo Gasparri chi va con Conte è un “miserabile”

Volano sassate nel centrodestra: secondo Gasparri il 'responsabile' pro Conte è un "miserabile" che si preoccupa della poltrona

Gasparri:
Maurizio Gasparri

Volano sassate nel centrodestra: secondo Gasparri se qualche ‘responsabile’ andrà con Conte è un “miserabile”. “Più che responsabili, quelli che vorrebbero correre in soccorso del cadente Conte sono dei miserabili”. Lo dichiara il senatore Maurizio Gasparri di Fi. “Forza Italia – continua – è il cuore del centrodestra. Di un progetto politico alternativo alle sinistre di ieri, di oggi, di domani. Alternativa ai grillismi e ai suoi sottoprodotti come lo sconosciuto Conte, totale incapace, proiettato al vertice della Presidenza del Consiglio”.

Per Gasparri chi aiuterà Conte è un “miserabile”

Pur definendo ancora gli azzurri il “cuore del centrodestra” a Gasparri non sfuggono i problemi odierni del partito berlusconiano, rimasto solo con una piccola frazione dei voti che furono e ormai terzo nello schieramento guidato da Matteo Salvini, mentre anche Fdi della Meloni si gonfia. Ma capire non significa giustificare, specie per un ‘duro e puro’. “Incombono tagli dei parlamentari, percentuali elettorali difficili, ma la coerenza dell’azione politica viene prima di tutto. – prosegue – Se qualche miserabile si preoccupa della sua poltrona ripete gesta già di altri del passato. Preparandosi alla stessa fine. Noi abbiamo il dovere di rilanciare l’iniziativa e la proposta di Forza Italia, come cemento unificante di un centrodestra coeso che deve puntare al Governo della nazione. Quanti saranno gli eletti e i non eletti conta poco. E’ necessario interrompere questa azione distruttrice dell’Italia condotta da grillini e sinistre. Chi si dovesse inginocchiare a questa gente sarebbe l’ennesimo traditore connotato da indegnità morale”, conclude. Maledetto divieto di vincolo di mandato, avrebbero detto un tempo i grillini.