Prescrizione, Renzi: “Lo dico per l’ultima volta, non mollo”

Prescrizione, Renzi: "Lo dico per l'ultima volta, non mollo. Conte cambi pure maggioranza, è un esperto"

Renzi anticipa che le regionali saranno perse ma dice: il governo proseguirà
Matteo Renzi

Prescrizione, Renzi: “Lo dico per l’ultima volta, non mollo”. Matteo Renzi tiene il punto. E su un post su Facebook scrive: “Pd e Cinque Stelle hanno la stessa posizione sulla giustizia. Pur di fare un’alleanza strategica i dem rinunciano al garantismo. Noi invece no: noi non accetteremo mai il giustizialismo che è la forma peggiore di populismo.
La posizione del Lodo Conte è incostituzionale secondo i principali esperti. Cercheremo di cambiarla in Parlamento – continua – prima che venga bocciata dalla Corte Costituzionale come già avvenuto in settimana alla Legge Bonafede.
Questa per noi è una battaglia culturale”. Ecco perché, assicura, “non molleremo di un solo centimetro. Il Pd ha scelto di seguire i grillini, noi abbiamo scelto di seguire le persone competenti: avvocati, magistrati, esperti della materia.”

Prescrizione, Renzi: “Lo dico per l’ultima volta, non mollo”.

Poi una promessa: “Questo è il mio ultimo post sulla prescrizione. Adesso che la posizione è chiara, parliamo di tasse, di cantieri, di crisi aziendali. L’Italia rischia una crisi economica devastante, il Governo deve cambiare passo”. Quanto alle possibili conseguenze, torna lo sfottò a Conte: “Se il Premier vuole cacciarci, faccia pure: è un suo diritto! E Conte è il massimo esperto nel cambiare maggioranze. Se invece vogliono noi, devono prendersi anche le nostre idee. Alleati, non sudditi”, ribadisce.