Sfida al femminile in casa PD: Pinotti e Mancinelli verso la Presidenza?

Due donne potrebbero correre una contro l'altra per la Presidenza del Partito Democratico. Zingaretti: "alla prossima assemblea presenterò una donna come Presidente".

La sfida alla Presidenza del PD

Una corsa a due, tutta al femminile, per la Presidenza del Partito Democratico (PD). Secondo le ultime indiscrezioni riportate da Il Corriere della Sera, infatti, sembrerebbero due donne a correre per diventare il nuovo Presidente del PD: da una parte Roberta Pinotti, senatrice PD e già Ministro della Difesa nei governi Renzi e Gentiloni, dall’altra Valeria Mancinelli, attuale Sindaca di Ancona, nel 2018 miglior sindaco d’Italia secondo il World Mayors Prize.

Presidenza PD: sfida al femminile

Dopo le Regionali in Emilia-Romagna sembra che il Partito guidato da Nicola Zingaretti stia trovando un po’ di stabilità. Il segretario aveva già espresso durante la direzione di venerdì 7 febbraio, il desiderio di una nuova leadership al femminile in casa PD. Adesso la possibilità sembra concretizzarsi. “Alla prossima assemblea proporrò il nuovo presidente che sarà una donna”, aveva dichiarato il segretario dei Dem.

Pinotti e Mancinelli: chi sta con chi

Pinotti e Mancinelli sono appoggiate da alcuni leader storici del PD. Con la Pinotti ci sarebbe Dario Franceschini, attuale Ministro della Cultura e punto di riferimento della corrente AreaDem. Con la Mancinelli, l’ex Ministro dell’agricoltura, Maurizio Martina e, secondo indiscrezioni non ufficiali, il segretario PD Nicola Zingaretti. Un’incognita sul nome della Mancinelli potrebbero essere le Regionali nelle Marche: secondo alcuni il suo nome come candidato potrebbe rivelarsi una mossa vincente.