Foibe, Di Maio: “Bisogna far sopravvivere il ricordo”

Nel Giorno del Ricordo anche il ministro degli Esteri Luigi Di Maio su Facebook ha parlato delle Foibe.

Nel Giorno del Ricordo anche il ministro degli Esteri Luigi Di Maio su Facebook ha parlato delle Foibe. “Uccisi e gettati in fosse carsiche, simbolo del terrore, uccisi nei campi di prigionia, o costretti all’esodo e poi a lungo dimenticati. Erano migliaia di italiani, perlopiù civili, della Venezia Giulia, del Quarnaro e della Dalmazia. Le milizie comuniste jugoslave al termine della seconda guerra mondiale e subito dopo li eliminarono. Di quell’eccidio abbiamo il dovere di fare sopravvivere il ricordo. Ricordo che si deve trasformare in insegnamento ed esaltazione dei valori di pace”.

Le parole di Di Maio sulle Foibe

“L’oblio e la negazione dell’ingiustizia e della morte sono i peggiori nemici da combattere. Nessuna tortura, nessuna vita persa, in qualunque circostanza storico-politica, vengano mai dimenticate, ma restino sempre come monito e come nuovo senso di direzione”. Lo ha detto sempre il titolare della Farnesina. Anche Mattarella ha parlato delle Foibe domenica. Il leader della Lega, Matteo Salvini, ha invece presenziato alla deposizione di corone di alloro alla foiba di Monrupino a Trieste.

Andrea Gussoni
Nato il 28 gennaio 1986, fin dai tempi dei miei studi ho seguito le mie passioni, prima diplomandomi al liceo linguistico Virgilio e poi laureandomi in Psicologia delle Comunicazioni. Ho iniziato a lavorare come giornalista sportivo nel 2008 ma negli anni ho ampliato i miei orizzonti, professionali e non.