Prescrizione, Costa: “Bonafede ha piegato il Pd”

Sulla prescrizione "Bonafede ha piegato il Pd", afferma Enrico Costa di Forza Italia. Che ora aspetta i renziani sulla sua pdl che cancella la riforma del Guardasigilli

Prescrizione, Costa:
Enrico Costa (FI)

Sulla prescrizione “non c’è lodo” Conte bis “che tenga. Bonafede ha piegato il Pd. Resta il fine processo mai. Tutto il resto sono sterili giochi di parole. I Dem avevano giudicato la riforma Bonafede illiberale ed incostituzionale, l’avevano respinta, avevano chiesto che non entrasse in vigore, avevano presentato una proposta di legge che la sopprimeva: oggi la sdoganano sperando che nessuno se ne accorga. Ci vediamo alla Camera il 24 febbraio”. Lo afferma Enrico Costa, deputato di Forza Italia e responsabile del Dipartimento Giustizia del movimento azzurro, commentando l’intesa trovata nella maggioranza (esclusa Iv) sul cosiddetto lodo Conte bis per superare l’impasse sulla prescrizione.

Prescrizione, Costa: “Bonafede ha piegato il Pd”

Ma Costa, avvocato, sul tema si è già mosso per conto di FI e del centrodestra. La sua proposta di legge – che mira ad abrogare la legge Bonafede sulla prescrizione – ha ripreso il suo iter in Commissione Giustizia di Montecitorio. E gli azzurri sperano che i renziani la votino. Per affondare le norme di Bonafede, certo. E forse anche per mandare il governo giallorosso sugli scogli.