Salvini a Ostia per prendersi Roma: “Ma per ora niente nomi”

Salvini a Ostia per prendersi Roma. "Ma niente nomi, l'idea di come migliorare Roma mi è ben chiara, la gente ha fretta e voglia di votare", dice il leader leghista

Salvini a Ostia per prendersi Roma
Salvini a Ostia per prendersi Roma

Salvini a Ostia per prendersi Roma. “Ci prepariamo a essere forza di governo, in Comune, in Regione e a livello nazionale”. Così Matteo Salvini, parlando coi cronisti durante la sua visita a Ostia, nell’ottica ormai conclamata di sfrattare dal Campidoglio Virginia Raggi. “L’idea di come migliorare Roma mi è ben chiara: stiamo ragionando di squadra, ma non chiedetemi i nomi dei candidati: stiamo lavorando al progetto per Roma“, ha proseguito il segretario leghista.

Salvini a Ostia per prendersi Roma: “Ma per ora niente nomi”

Ma il candidato a sindaco di Roma a chi spetta nella coalizione del centrodestra?, insistono i giornalisti. “Non siamo ancora arrivati a questo punto, basta che ci sia una persona in gamba, libera da ricatti da convenienze personali, io qualche idea ce l’ho. Però non abbiamo ancora discusso di nomi”, ha ribadito. “Lo stadio Flaminio, Corviale, le discariche, Tor Bella Monaca, Torpignattara, la metro Barberini… l’idea di come migliorare Roma mi è ben chiara, la gente ha fretta e voglia di votare”. Poi una battuta, tra il serio e il faceto. “Spero di arrivare a piede libero alle prossime regionali”, ha sostenuto Salvini a proposito del processo Gregoretti, la cui richiesta di autorizzazione a procedere arriverà in Senato la prossima settimana.