Flashmob delle Sardine a Scampia: “Cacceremo ancora Salvini”

Il movimento spiega in una nota, in vista dell'incontro nazionale a Scampia il 14 e 15 marzo.

Sardine flashmob
Sardine flashmob

Dopo il risultato alle regionali in Emilia Romagna ha visto riconfermato il governatore per Pd, Bonaccini, le Sardine puntano a prendere anche il Sud con un flashmob a Scampia.
“E’ da Scampia che intendiamo riprendere il cammino delle sardine, accanto agli abitanti del quartiere per ribadire con loro che Napoli non si Lega, che Scampia non si Lega”.

Flashmob a Scampia, parlano le Sardine

Il movimento in una nota, in vista dell’incontro nazionale a Scampia il 14 e 15 marzo ha affermato ciò.
“Da napoletani siamo stati tra i primi a non ‘legarci’, sin dai primissimi tentativi dei leghisti di venire sui nostri territori a farsi campagna elettorale. Ricordiamo in particolare il 13 maggio 2014, quando Salvini venne cacciato da Piazza Carlo III e fu costretto a fuggire via scortato in macchina. E l’11 marzo 2017, quando un corteo di 10.000 persone costrinse i leghisti a rinchiudersi nel teatro della Mostra D’Oltremare riempito per l’occasione con bus provenienti da altre regioni.”

“La nostra e’ una citta’ che ha ormai nella sua identita’ l’antileghismo. E proprio per questo non dobbiamo lasciar correre, come hanno fatto altrove, perche’ e’ sul silenzio che la Lega ha costruito consenso. Partecipiamo al flashmob con determinazione, ma soprattutto con consapevolezza. Ci vediamo alle ore 16.30 nel piazzale della Metro di Piscinola Scampia. Portate una sardina”.