Citofonata di Salvini: «Se non dovesse essere spacciatore avrà le mie scuse»

La citofonata di Matteo Salvini è al centro di numerose polemiche per la questione riguardante un giovane tunisino, residente a Bologna, accusato di essere uno spacciatore.

La citofonata di Matteo Salvini
La citofonata di Matteo Salvini (foto repertorio)

Matteo Salvini, in diretta durante la trasmissione “Agorà”, ha parlato della famosa citofonata al ragazzo tunisino accusato di essere uno spacciatore. «Con la droga io non sono garantista, la droga è morte. Se quel ragazzo non è uno spacciatore avrà tutte le mie scuse. Lascio che Polizia a Carabinieri – commenta Salvini – appurino la verità».

Citofonata di Salvini

Il leader della Lega ha commentato la vicenda accaduta a Bologna nel quartiere Pilastro. Salvini, su indicazione di una cittadina del posto, ha citofonato una famiglia di cittadina di tunisini chiedendo se la persona in casa fosse uno spacciatore di droga. Non sono mancate le polemica anche con i vertici della politica tunisina.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.