Mattarella: “Antisemitismo e fascismo? Mai abbassare la guardia”

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha incontrato il Capo di Stato israeliano Reuven Rivlin, a Gerusalemme.

Sergio Mattarella
Sergio Mattarella

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha incontrato il Capo di Stato israeliano Reuven Rivlin, a Gerusalemme. Con l’oro c’erano numerosi altri Capi di Stato di governi provenienti da Europa, Nord America e Australia. L’occasione è stata il Quinto Forum Mondiale dell’Olocausto dal titolo “Ricordare l’olocausto:combattere l’antisemitismo”. “Una straordinaria iniziativa di ricordo – ha dichiarato Mattarella – un richiamo a tutto il mondo perché non si abbassi mai la guardia, l’attenzione e la vigilanza contro l’antisemitismo, contro la violenza e contro il fascismo”.

Mattarella: “Antisemitismo e fascismo? Mai abbassare la guardia”

E ancora: “La partecipazione così ampia di Capi di Stato e di governo che si raccolgono per lo stesso motivo è del tutto inconsueta ed è importante che avvenga a Gerusalemme. Quando sono avvenuti quegli orrori noi due eravamo già al mondo e anche per questo siamo particolarmente sensibili e vigilanti su questo tema, perché abbiamo percepito sin da bambini gli orrori di quel periodo”.

Mattarella ha continuato poi dicendo che “quando sono avvenuti quegli orrori noi due eravamo già al mondo, per questo siamo particolarmente sensibili e vigilanti su questo tema, perchè abbiamo percepito gli orrori di quel periodo”.

Infine: “Tra qualche giorno si celebrerà la Giornata della Memoria e avremo come tutti gli anni un concorso per le scuole e consegnerò i premi ai migliori elaborati. Tutto questo si riassume nella mia decisione di nominare senatore a vita Liliana Segre, avendo un solo seggio a disposizione. La testimonianza che ha reso in questi decenni sulla Shoah è stata per l’Italia un patrimonio prezioso”.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.