Citofonata Salvini, Meloni: “Io non l’avrei fatto, c’è rischio emulazione”

Anche la leader di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni ha criticato Salvini e la sua decisione di citofonare a un presunto spacciatore.

Giorgia Meloni
Giorgia Meloni

Anche la leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni ha criticato Salvini e la sua decisione di citofonare a un presunto spacciatore. “La citofonata di Salvini? È sicuramente una mossa forte, di quelle a cui lui ci ha abituato. Credo volesse dare voce a un problema diffuso nelle periferie, di fronte al quale la gente si sente lasciata sola. Lo spaccio è sostanzialmente impunito in Italia. Il dubbio che ho è che quando sei una persona in vista il rischio emulazione potrebbe non essere controllabile. Io non lo avrei fatto, ma non lo trovo così incredibile”.

Il leader di Forza Italia invece dichiara: “Io penso che Salvini segua la sua natura e il suo stile che è un po’ teatrale e provocatorio. La citofonata di ieri non mi dice nulla. Invece è molto grave che interi quartieri delle nostre città siano pervasi dallo spaccio della droga. Questa è una cosa di cui ci si deve assolutamente interessare. Non ho seguito e non posso dare ulteriori commenti su una cosa che ho seguito soltanto da molto lontano”.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.