Citofonata di Salvini, Bonaccini: “Il suo punto più squallido”

Stefano Bonaccini, ai microfoni del Circo Massimo su Radio Capital, ha commentato la citofonata di Salvini a un presunto spacciatore.

Stefano Bonaccini
Stefano Bonaccini

Stefano Bonaccini, ai microfoni del Circo Massimo su Radio Capital, ha commentato la citofonata di Salvini a un presunto spacciatore. “Uno dei punti più bassi mai raggiunti – ha dichiarato -. È poco edificante ed è un messaggio che arriva ai cittadini, ricordiamolo, da un ex ministro dell’Interno. È veramente squallido”. 

“Il traffico di droga c’è da decenni nel Nord – continua – nella parte più ricca del Paese. Chiediamoci chi sono i consumatori e chi sono i trafficanti. I luoghi del malaffare non si scardinano al citofono, li scardinano altri. E Salvini è stato ministro per un anno e mezzo”.

Il candidato Presidente della regione Emilia uscente ha poi commentato l’incursione del leader leghista da Bruno Vespa durante l’intervallo di Juventus-Roma. “È una cosa clamorosa. Come lo era anche su Rai3 la sera prima. Il servizio pubblico non ha fatto bene il suo mestiere. Servirebbero sanzioni. Pensate che la Borgonzoni scappa, ha rifiutato il confronto su Sky. Poi a scappare dopo le elezioni sarà Salvini, non lo vedrà più nessuno”.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.