Fioramonti e la scuola italiana: «La differenza con altre nazioni è lampante»

Lorenzo Fioramonti ha analizzato il cammino che lo ha portato alle dimissioni e al gap tra la scuola italiana e le altre in Europa.

Lorenzo Fioramonti spiega ancora una volta le dimissioni
Lorenzo Fioramonti spiega ancora una volta le dimissioni

L’ex ministro del Movimento 5 Stelle, Lorenzo Fioramonti, ha parlato durante la trasmissione “Tagadà”. Gli argomenti trattati riguardano in primis l’impatto ambientale.

«Non c’è solo il profitto economico, bisogna guardare anche al profitto sociale e ambientale. Bisogna ricompensare e incentivare le aziende – dichiara Fioramonti – che fanno in quel modo. Ci teniamo a vivere in una società diverse, migliori, verdi e sostenibili. Abbiamo bisogno di indicatori economici che ci dicano che siamo sulla strada giusta o meno».

Fioramonti e le dimissioni da ministro e dal Movimento 5 Stelle

L’ex responsabile del Miur ha nuovamente ribadito l’esigenza di dimettersi e i motivi che hanno indotto alla scelta. «Avevo chiesto 3 miliardi, non sono stati stanziati e mi sono dimesso. Per raggiungere la media europea avremmo bisogno di 23 miliardi, per ritornare ai livelli precedenti di 5».