Renzi minaccia: “Governo? Non possiamo stare con Toninelli tutta la vita”

Il leader di Italia Viva ed ex Premier Matteo Renzi continua a minacciare una possibile caduta del Governo Conte due. "Non possiamo stare con Toninelli".

Matteo Renzi
Matteo Renzi

Il leader di Italia Viva ed ex Premier Matteo Renzi continua a minacciare una possibile caduta del Governo Conte due. Quanto durerà il Governo? “Lo vediamo dopo la verifica. Noi siamo per arrivare a fine legislatura, ma non ci possono chiedere di stare con Toninelli tutta la vita”. Queste le parole di Renzi ad Avvenire.

Renzi minaccia: “Governo? Non possiamo stare con Toninelli tutta la vita”

“A me non interessa l’alleanza stabile” con il M5s, continua il leader di IV. “A me interessa il Paese stabile. Se Pd e 5 Stelle si vogliono sposare, è un loro diritto farlo. Noi abbiamo fatto questo governo solo per evitare i pieni poteri a Salvini. Siamo pronti a dare una mano, ma non a diventare giustizialisti per far piacere a Di Maio. Non accetterò che al Sud si diano sussidi senza creare i posti di lavoro che lo sblocco dei cantieri permetterebbe. Sa quante persone chiedono di lavorare in nero per non perdere il reddito di cittadinanza? È una follia”.

E ancora: “Il problema è il racconto della politica che il Movimento Cinque Stelle continua a utilizzare tutte le volte che entra in una fase di conflitto. Se la politica viene associata in automatico alla corruzione, se il Parlamento viene associato allo spreco, alla fine tutto questo racconto peggiora la percezione della realtà degli italiani, che già non è positiva, e quindi finisce per generare quelle paure che vengono cavalcate da Salvini. Non solo: così si depotenziano i risultati che si riescono a mettere in campo con questo governo”.

Voto in Emilia Romagna

Come riporta Globalist, tutti i politici sono consapevoli del fatto che il voto alle prossime elezioni regionali in Calabria e soprattutto in Emilia Romagna sarà importante. Ma Renzi queste elezioni non decisive per le sorti del Governo. L’ex Ministro della Giustizia Orlando è d’accordo con lui: “Sappiamo che questa volta la partita è aperta e che dovremo fare più fatica che in passato, però ci sono tutte le condizioni per vincere. Il partito sta facendo un lavoro enorme: c`è una mobilitazione eccezionale e credo che l’entrata in campo delle Sardine abbia migliorato il clima”.

Matteo Renzi comunque fino all’ultimo continuerà a sostenere Bonaccini: “Ha dimezzato la disoccupazione, fatto crescere il Pil, lavorato per la sua Regione. Domenica 26 si vota per una regione, non si fa un sondaggio per il governo”.