Legge di bilancio, FI: “Depositato ricorso, la fermeremo”

Forza Italia ha dichiarato guerra alla Legge di bilancio varata dal Governo giallo-rosso. Quella in questo momento più su tutte le furie sembrerebbe la Gelimini.

Mariastella Gelmini
Mariastella Gelmini

Forza Italia ha dichiarato guerra alla Legge di bilancio varata dal Governo giallo-rosso. “Tempistiche e alle modalità di approvazione hanno umiliato il Parlamento e amputato la democrazia”, ha dichiarato Mariastella Gelmini. “Presenteremo ricorso alla Corte Costituzionale contro una manovra arrivata blindata alla Camera”.

Legge di bilancio, FI: “Depositato ricorso, la fermeremo”

Ma è tutto il centrodestra ad essere sceso in campo per bloccare la manovra: “Faremo ricorso alla Corte Costituzionale per denunciare l’atteggiamento del governo” sul ricorso alla fiducia, diceva solo qualche tempo fa infatti Molinari (Lega). “Il fatto che il parlamentare non possa presentare emendamenti mina il suo ruolo”.

“Siamo di fronte a palesi vizi di costituzionalità – continua la Gelmini -. Stiamo andando verso una situazione illiberale, nei confronti della quale non abbiamo intenzione di chinare la testa. Non so se sia peggio l’esercizio provvisorio o questa legge di Bilancio”. Trova però subito la replica di Gualtieri: “Dal punto di vista costituzionale, a mio giudizio, non c’è alcuna violazione del bicameralismo nell’iter della manovra. C’è una questione di tempi, che può avere un suo impatto sulla scelta se approvare o non approvare gli emendamenti che, dal nostro punto di vista, trae origine dal fatto che il governo si è insediato il 6 settembre. Il testo votato dal Senato, arriva con tempi serrati alla Camera, che sceglierà cosa fare con gli emendamenti”.

L’opposizione, tuttavia, è ben lontana, come riporta Il Giornale, dall’essersi placata. “Il professor Marini e il professor De Lungo hanno depositato per conto dei deputati del gruppo di Forza Italia il ricorso alla Corte Costituzionale in merito alle tempistiche e alle modalità di approvazione della legge di bilancio, che hanno umiliato il Parlamento e amputato la democrazia”, si legge in una nota della capogruppo di FI alla Camera dei deputati.

Infine: “Abbiamo presentato un conflitto di attribuzione contro il governo e contro gli organi competenti di Senato e Camera che, durante la discussione e l’ok finale della scorsa manovra, non hanno permesso ai deputati di opposizione di esaminare, emendare e migliorare il testo del provvedimento. Ci auguriamo che la Corte Costituzionale riconosca le nostre ragioni e che censuri l’illegittima menomazione delle nostre prerogative costituzionali”.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.