Gregoretti, Calenda dà ragione a Salvini: “Atto collegiale”

Il leader e fondatore di Azione, Carlo Calenda, in merito al caso della nave Gregoretti, ha dato ragione al leader della Lega Matteo Salvini

Carlo Calenda
Carlo Calenda

Il leader e fondatore di Azione, Carlo Calenda, in merito al caso della nave Gregoretti, ha dato ragione al leader della Lega Matteo Salvini. Ospite di Serena Bortone ad Agorà, su Rai tre, il leader di Azione ha dichiarato: “Si è trattato di un atto politico. Se quell’atto politico è stato penalmente rilevante, quell’atto politico era collegiale“.

L’ex Ministro dell’Interno rimane infatti indagato per sequestro di persona aggravato dall’abuso d’ufficio. Come riporta il Primato Nazionale, il suo crimine era stato quello di aver negato lo sbarco dei clandestini a bordo della Gregoretti in attesa di trovare un accordo Ue sulla ridistribuzione degli immigrati.

Calenda però ritiene che l’allora Vicepremier Luigi Di Maio e il Premier Conte debbano condividere la condanna con Salvini. “Impossibile che il presidente del Consiglio Giuseppe Conte non ne fosse a conoscenza. La notizia stava su tutti i giornali ogni cinque minuti. Lo scarico di responsabilità poi mi sembra sbagliato”.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.