Rimborsi M5s, Aprile: “Non verso perché non so dove vanno i soldi”

La deputata pentastellata Nadia Aprile si rifiuta di restituire parte del suo stipendio da onorevole e attacca duramente i vertici del Movimento.

La deputata pentastellata Nadia Aprile si rifiuta di restituire parte del suo stipendio da onorevole e attacca duramente i vertici del Movimento. “Il destinatario di queste somme – dice -, non è più il microcredito, ma un comitato costituito da tre parlamentari del Movimento”. In pratica quindi la deputata sta mettendo in discussione tutta la Casaleggio Associati e le sue strutture satellite.

“Ho sospeso il versamento dopo l’autoritaria modifica del soggetto destinatario di queste somme, che non è più il microcredito ma un comitato costituito da tre parlamentari del Movimento”.

Nadia Aprile, deputata M5s, che figura nell’elenco dei morosi pentastellati, ha parlato al Corriere della sera. “Dallo scorso aprile ho inviato numerose mail per chiedere chiarimenti in ordine alle ragioni di tali modifiche e alla destinazione dei fondi finora versati dai parlamentari, che a novembre ammontavano a 4 milioni. Non ho ricevuto alcuna risposta se non il pressante invito a regolarizzare la mia posizione”.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.