Di Battista lo difende: “Paragone? È più grillino di molti altri…”

Dopo Sgarbi, l'ex senatore del Movimento 5 stelle Gianluigi Paragone incassa anche il supporto di un pentastellato di lusso: Alessandro Di Battista.

Alessandro Di Battista
Alessandro Di Battista

Dopo Sgarbi, l’ex senatore del Movimento 5 stelle Gianluigi Paragone incassa anche il supporto di un pentastellato di lusso: Alessandro Di Battista. “Non c’è mai stata una volta che non fossi d’accordo con lui”, dice. “Gianluigi è infinitamente più grillino di molti che si professano tale”.

Paragone è stato espulso dal Movimento 5 stelle su decisione dei triunviri, che non gli hanno mai perdonato la decisione di abbandonare il partito dopo l’accordo di Governo con il Pd e dopo il suo voto contrario alla nuova Legge di Bilancio. “Vi esorto a leggere ciò che dice e a trovare differenze con quel che dicevo io nell’ultima campagna elettorale che ho fatto” continua Di Battista. “Quella da non candidato, quella del 33%. Buon anno a tutti amici miei…”.

Immediati i ringraziamenti di Paragone “per le belle parole”. A suo giudizio Di Battista rappresenta “quell’idea di azione e di intransigenza che mi hanno portato a conoscere il Movimento”. A questo punto l’ex senatore grillino ripercorre la sua storia nel Movimento: “Stop allo strapotere finanziario, stop con l’Europa di Bruxelles, stop con il sistema delle porte girevoli, lotta a difesa dei veri deboli, stop alle liberalizzazioni che accomunano Lega e Pd. Con quello sono stato eletto. Ale lo sa”.