Conferenza stampa di fine anno, Conte: «Due nuovi Ministeri»

I Ministeri di Scuola e quello di Ricerca e Università rappresentano la novità emersa durante la conferenza stampa del Premier Conte.

Giuseppe Conte e la giornata della memoria
Giuseppe Conte e la giornata della memoria (foto repertorio Youtube)

Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha tenuto la conferenza stampa di fine 2019. Il Premier ha annunciato le novità del Miur che si fa a metà. Dopo le dimissioni di Lorenzo Fioramonti è giunta la decisione con lo sdoppiamento del Ministero.

In seguito all’ipotesi di Nicola Morra è giunto un nuovo nome. L’esecutivo, mediante Conte, ha fatto il punto della situazione. Alla sottosegretaria Lucia Azzolina è stato affidato il Ministero della Scuola mentre a Gaetano Manfredi il compito di dirigere il Ministero dell’Università e della Ricerca.

Due nuovi ministri, l’annuncio durante la conferenza stampa di Conte

Conte, nel frattempo, ha tracciato un bilancio della situazione. «Ringrazio Fioramonti – dichiara Conte – per il lavoro svolto ma abbiamo adesso la necessità di rilanciare il comparto di ricerca e università, così come la scuola. Nel 2020 introdurremo l’Agenzia nazionale per la ricerca. A questo si aggiungerà il miglioramento dei Fondi per il diritto allo studio».

Chi è Lucia Azzolina

Azzolina è diventata dirigente scolastico lo scorso mese di agosto. Ha conseguito due lauree in “Filosofia e Diritto”. Al momento della nomina non era ancora divenuta sottosegretaria ma soltanto deputata nonché responsabile scolastico del movimento.

Chi è Gaetano Manfredi

Manfredi è un ingegnere. È il rettore dell’Università di Napoli “Federico II” dal 2014. Si tratta di uno studioso autore di nove testi e di oltre quattrocento contributi di carattere scientifico pubblicati su varie riviste del settore. Attività di ricerca e partecipazione a congressi internazionali. Attivo nel campo dell’Ingegneria Sismica.