Fioramonti forma un gruppo parlamentare: il suo scopo

Lorenzo Fioramonti si è dimesso da Ministro dell'Istruzione e sembra ormai vicino anche un suo addio al Movimento 5 stelle.

Lorenzo Fioramonti e Luigi Di Maio
Lorenzo Fioramonti e Luigi Di Maio

Lorenzo Fioramonti si è dimesso da Ministro dell’Istruzione e sembra ormai vicino anche un suo addio al Movimento 5 stelle. La sua intenzione è quella di guidare un piccolo gruppo di pentastellati dissidenti. Come riporta Il Messaggero, dovrebbero seguirlo circa 10-15 parlamentari e si conta anche qualche manciata di senatori. Infine, nel gruppo parlamentare da lui guidato, dovrebbero ritornare qualche esponente del Movimento 5 stelle adesso al Gruppo Misto.

I numeri, per quanto non esattamente entusiasmanti, sarebbero sufficienti per minacciare la tenuta del Governo giallo-rosso. Eppure Fioramonti ha dichiarato di voler sostenere il Premier Conte. L’esecutivo così non dovrebbe essere minacciato. Certo è che ora il Premier, che ha dovuto fare i conti nel recente passato anche con l’uscita di Renzi dal Pd, dovrebbe iniziare a trattare con un altro gruppo parlamentare esterno alla maggioranza.

Chi sostituirà Fioramonti?

Intanto c’è una poltrona, quella da Ministro dell’Istruzione, da ricollocare. All’inizio era circolato il nome di Morra. Oggi, venerdì 27 dicembre, si è fatta forte un’altra candidatura, quella di Lucia Azzolina, sottosegretaria alla Scuola. Tuttavia l’ambito dicastero potrebbe andare anche alla deputata, in quota Movimento 5 stelle, Flora Frate. Quest’ultima ha dichiarato che “se il presidente del Consiglio Giuseppe Conte lo ritenesse opportuno, sarei ben pronta a portare la mia sensibilità. Il mio impegno e la voce di migliaia di precari al Miur, al servizio di un progetto comune”.

Circolano, ma per ora sono più dicerie che ipotesi, anche i nomi di Francesco D’Uva e di Salvatore Giuliano.