Umberto Bossi: “Volevo solo dire che al Sud serve creare lavoro”

Umberto Bossi, durante il congresso della Lega, aveva detto che "è giusto" aiutare i meridionali "altrimenti straripano come gli africani". Ora ha spiegato cosa intendeva dire.

Congresso Lega, Bossi show sul palco
Congresso Lega, Bossi show sul palco

L’ex leader leghista Umberto Bossi, durante il congresso della Lega, aveva detto che “è giusto” aiutare i meridionali “altrimenti straripano come gli africani”. Parole che, ovviamente, non sono andate giù a molti. Il Senatur, dunque, è tornato sui suoi passi spiegando meglio ciò che intendeva dire. “Non avrò tanta voce – ha detto Bossi all’Adnkronos -, ma il messaggio era chiaro”. Volevo dire che bisogna “creare lavoro ed occupazione al Sud“.

Bisogna impegnarsi per fare una politica, dice Bossi, che “renda il Sud una terra che non obblighi le persone ad una migrazione lavorativa deleteria per le stesse regioni, creando poi difficoltà per le regioni del Nord che devono già risolvere il problema della disoccupazione presente”.

Umberto Bossi: “Volevo solo dire che al Sud serve creare lavoro”

Il discorso di sabato 21 dicembre non era andato giù nemmeno al segretario leghista Matteo Salvini, che sul palco è apparso visibilmente contrariato. Lo stesso attuale capo del Carroccio aveva poi preso le distanze da Bossi in un video pubblicato sui social. Intanto, il candidato del centrosinistra alle elezioni regionali in Calabria, Filippo “Pippo” Callipo, aveva detto che “la sparata di Bossi merita una riflessione. Perché è rivelatrice del pensiero anti-meridionale che persiste nella Lega nazionale di Salvini e soci”.

Una precisazioni di Umberto Bossi, dunque, dopo tutte le polemiche, era quantomeno doverosa: “Ho detto che ‘certo bisogna aiutare anche il Sud, questo mi sembra giusto che se non li aiuti a casa loro, poi straripa e vengono qui (al Nord)’. È un po’ come l’Africa che non è stata aiutata e ci arriva tutta addosso. Dire che è quanto succede con l’Africa significa dire che anche lì la forte ondata migratoria è dovuta al fatto che non si è investito nei loro Paesi”.

Infine Bossi ha aggiunto che “le politiche d’investimento vanno fatte nella terra d’origine per consentire uno sviluppo economico che non porti ad una migrazione lavorativa impossibile da sostenere, visto la situazione attuale lavorativa dell’Italia”.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.