Travaglio: “Le Sardine non si devono candidare”

Marco Travaglio, ospite su La7, ha parlato delle Sardine e in particolare del loro futuro, in un momento in cui in tanti si aspettano la discesa in campo in politica del gruppo.

Marco Travaglio, ospite su La7, ha parlato delle Sardine e in particolare del loro futuro, in un momento in cui in tanti si aspettano la discesa in campo in politica del gruppo. “Secondo me devono fare la cosa che gli riesce meglio: organizzare manifestazioni, presidiare le piazze e dimostrare che Salvini non è il padrone del popolo. Tutti le strattonano perché tirino fuori una piattaforma ideologica, ma chi glielo ha chiesto? Mica si devono candidare e fare un partito“.

Le parole di Travaglio

Devono aspettare di crescere con grande prudenza e penso che abbiano ragione Santori e gli altri fondatori quando dicono: non mettiamoci a litigare. Perché il rischio è che le sardine se ascoltano certe sirene, ideologi o aspiranti tali, si riducano al solito partitino di estrema sinistra, la solita associazione di combattenti e reduci che sposano tutte le cause perse e che in questo momento cercano solo un posto dove mettere un cappello e qualcuno che li ascolti. Guai se cedessero a queste sirene“, ha aggiunto il direttore del Fatto Quotidiano.

Andrea Gussoni
Nato il 28 gennaio 1986, fin dai tempi dei miei studi ho seguito le mie passioni, prima diplomandomi al liceo linguistico Virgilio e poi laureandomi in Psicologia delle Comunicazioni. Ho iniziato a lavorare come giornalista sportivo nel 2008 ma negli anni ho ampliato i miei orizzonti, professionali e non.