Banche, scontro sulle poltrone tra Paragone e Majorino

Diretta televisiva piuttosto accesa tra Gianluigi Paragone e Pierfrancesco Majorino. Il tema delle banche scatena il dibattito.

Gianluigi Paragone e Pierfrancesco Majorino
Gianluigi Paragone e Pierfrancesco Majorino

Scontro in diretta televisiva a “L’Aria che tira” su La7 tra Gianluigi Paragone del Movimento 5 Stelle e Pierfrancesco Majorino del Partito Democratico. Il politico pentastellato è da sempre un fermo oppositore dell’attuale maggioranza di Governo. Sulla questione della Commissione d’inchiesta delle banche, discussa proprio nelle ore in cui si sta parlando della Banca Popolare di Bari, giunge il commento di Paragone: «Non potrei accettare la presidenza, il mio nome lo ha fatto Di Maio». Di tutto punto è giunta la risposta stizzita dell’esponente Pd: «Deve giustificare in questo periodo il fatto che flirta un po’ con Salvini e tiene Di Maio su una situazione poco chiara».

Scontro tv tra Paragone e Majorino, botta e risposta

Il giornalista, da tempo in seno alla politica del Movimento, attacca Majorino. «Non potrei mai accettare i voti del Partito Democratico e dei renziani. Non è una poltrona che mi riguarda. Devo dire che il tema della poltrona ti appassiona – commenta ironicamente Paragone – di cui hai padronanza di lessico. Cerca di studiare un pochettino in modo tale da essere più preparato la prossima volta». E sulla fiducia al Governo: «Non intendo spoilerare questa cosa…un minimo di suspense».