Fuorionda di Renzi: “Stavo per dire la verità, ma non si può dire”

L'intervista di Matteo Renzi ai microfoni del Tg5 è finita su "Striscia la Notizia", un po' per alcune papere, un po' per un clamoroso fuorionda.

Fuorionda di Matteo Renzi
Fuorionda di Matteo Renzi

L’intervista di Matteo Renzi ai microfoni del Tg5 è finita su “Striscia la Notizia”, un po’ per alcune papere, un po’ per un clamoroso fuorionda. Il leader di Italia Viva, messo alle strette durante l’intervista, è parso dare qualche risposta poco ragionata, ma è ciò che si è lasciato scappare a telecamere basse il vero problema.

In studio l’argomento era proprio quello: l‘inchiesta sulla Fondazione Open. A un certo punto si è parlato anche della scelta di Renzi di denunciare per diffamazione alcune persone, tra le quali anche Marco Travaglio. “Mi sono rivolto proprio a quei giudici, al dott Creazzo, chiedendo in primis perché non mi state…“. Qui Renzi si interrompe. “No – riprende – perché non mi state no, stavo per dire la verità ma non si può dire“.

Renzi poi ha parlato del Ministro della Giustizia Alfonso Bonafede: “Bonafede non sa di cosa sta parlando, talvolta gli capita”. Questa era la sua risposta ufficiale, ma nel fuorionda si “corregge”. “In realtà la frase da dire è…”, Renzi si interrompe ancora. “Che non capisce un..”, conclude il giornalista. “Questo non lo posso dire, però…”.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.