Feltri rinviato a giudizio per il titolo di Libero “La Patata bollente” sulla Raggi

Virginia Raggi si è espressa sulla questione del titolo di "Libero", "La patata bollente", a causa del quale Feltri è stato rinviato a giudizio.

Titolo di
Titolo di "Libero", i commenti di Virginia Raggi e Vittorio Feltri (foto Facebook)

Virginia Raggi, attuale Sindaco di Roma, ha parlato del titolo di “Libero” (“La patata bollente”), correlato da un articolo di Vittorio Feltri. La Raggi ha commentato la vicenda su Facebook. «Molti ricorderanno un “raffinatissimo” titolo che mi dedicò oltre due anni fa il quotidiano Libero e un articolo di Feltri condito dai più beceri insulti volgari, sessisti rivolti alla mia persona. Nessun diritto di cronaca esercitato né di critica politica. Semplicemente parole vomitevoli».

Le parole della Raggi sul titolo di “Libero”

È stata accolta la richiesta sul rinvio a giudizio del direttore Vittorio Feltri con l’accusa di diffamazione aggravata. «È un primo importante risultato. Non tanto per me – ha puntualizzato la Raggi – ma per tutte le donne. Ciò riguarda anche tutti gli uomini che non si rassegnano a un clima maschilista, a una retorica fatta di insulti o di squallida ironia».

La risposta di Feltri

Vittorio Feltri si è espresso mediante i microfoni dell’AdnKronos sulla vicenda del titolo di “Libero”. «Personalmente con la “patata bollente” non c’entro e non penso di aver mancato di rispetto alla sindaca. Io ho scritto un pezzo dove mettevo in rilievo alcune contraddizioni, senza attacchi sul piano personale. Non posso parlare di un titolo che non ho fatto io e non posso risponderne. Spesso mi arrivano querele come se fossi io il direttore responsabile».