Sergio Mattarella: “Adesso siamo arrivati a una situazione indecente”

Il presidente della Repubblica italiana Sergio Mattarella non ha usato giri di parole nel dichiarare guerra all'evasione fiscale.

Sergio Mattarella
Sergio Mattarella

Il presidente della Repubblica italiana Sergio Mattarella non ha usato giri di parole nel dichiarare guerra all’evasione fiscale. Intervenendo dal Quirinale, durante un incontro con alcuni studenti di varie scuole, ha definito l’evasione fiscale come un problema “enorme e indecente.

Sergio Mattarella: “Situazione fiscale indecente”

Senza l’evasione – dice – avremmo più soldi per stipendi e pensioni”. E ancora: “L’evasione fiscale è l’esaltazione della chiusura in sé stessi, dell’individualismo esasperato. È un problema serio in molti Paesi. Lo è nel nostro. Vi sono Paesi in cui è molto più grave, vi sono Paesi in cui invece il senso civico di ciascuno lo ha quasi azzerato. È un problema grave perché significa ignorare che si vive insieme e che la convivenza significa contribuire tutti insieme alla vita comune”.

In seguito Mattarella ha elencato i doveri di ogni cittadino: “Chi evade cerca invece di sottrarsi a questo dovere. Di sfruttare le tasse che pagano gli altri per i servizi di cui si avvale. È una cosa, a rifletterci, davvero indecente, perché i servizi comuni, la vita comune è regolata dalle spese pubbliche. Se io mi sottraggo al mio dovere di contribuire sto sfruttando quello che gli altri pagano, con le tasse che pagano. E questa è una cosa di particolare gravità. L’evasione fiscale è calcolata nell’ultimo documento ufficiale dell’anno passato circa 119 miliardi di euro: una somma enorme”.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.