Sardine, la foto del fondatore imbeccato dai big del Pd

Polemica su una foto scattata dietro le quinte negli studi di La7. L'immagine ritrae Mattia Santori, leader delle Sardine, "pizzicato" con alcuni big del Pd.

Leader delle Sardine con Veltroni
Leader delle Sardine con Veltroni

Polemica su una foto scattata dietro le quinte negli studi di La7. L’immagine ritrae Mattia Santori, leader delle Sardine, “pizzicato” con alcuni big del Pd. A colloquio con Santori, tra l’altro, c’era nientemeno che lo stesso fondatore del Partito Democratico, Walter Veltroni. La foto risale allo scorso 18 novembre, come ha riportato il Giornale. Secondo lo stesso quotidiano, inoltre, ci sarebbe stato un vero e proprio scambio di vedute tra i giovani contestatori anti-Salvini e l’establishment democratico.

Sardine, la foto del fondatore imbeccato dai big del Pd

In realtà non è proprio un mistero che la grande parte delle Sardine siano vicine, come ideologie politiche, alla Sinistra. Il motivo per il quale alcuni cercano di nascondere questo dato di fatto sono due. Innanzitutto, Salvini, tra i suoi grandi nemici, ha anche i sostenitori del Movimento 5 stelle, che le Sardine stanno cercando di portare dalla loro parte. Poi, è innegabile, il simbolo del Pd, come quello di molti altri partiti di Sinistra, non attrae più. Dunque la linea era creare un movimento indipendente” per aggiare ai fianchi Salvini.

Ora però ogni strategia e ogni “identità” politica sta emergendo sempre di più. Ed è un fatto, non un modo per gettare ombra sul neonato Movimento delle Sardine. Infatti, il candidato governatore della Sinistra per le prossime elezioni regionali in Emilia Romagna, Stefano Bonaccini (il quale si presenterà senza il simbolo del Pd), ha già annunciato che sul palco di Bologna il prossimo 7 dicembre ci sarà anche Santori.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.