I giudici danno ragione a Salvini: “Le Ong devono sbarcare nei loro Paesi”

Matteo Salvini ha ragione, le "Ong devono sbarcare nei loro Paesi", questo è quanto hanno stabilito i giudici del Tribunale dei Ministri.

Matteo Salvini
Matteo Salvini

Matteo Salvini ha ragione, le “Ong devono sbarcare nei loro Paesi”, questo è quanto hanno stabilito i giudici del Tribunale dei Ministri. La notizia arriva una settimana dopo la decisione della Procura di Agrigento di indagare il leader leghista per sequestro di persona.

I giudici danno ragione a Salvini: “Le Ong devono sbarcare nei loro Paesi”

I giudici del Tribunale dei Ministri, come ha riportato Il Corriere della Sera, hanno stabilito infatti che la responsabilità di assegnare un “porto sicuro” alle navi con i profughi soccorsi in mare spetta allo “Stato di primo contatto”. Tuttavia il Paese di “primo contattato” non è sempre facilmente individuabile. Ma, se si vuole seguire “alla lettera” le indicazioni che si possono ricavare da Convenzioni e accordi, “lo Stato di primo contatto non può che identificarsi in quello della nave che ha provveduto al salvataggio. Per questo motivo, se un’imbarcazione che ha raccolto i naufraghi batte bandiera tedesca, è alla Germania che deve rivolgersi per ottenere l’approdo.

Questo è, in sintesi, quello che ha stabilito il Tribunale di Roma. E per tutte queste motivazioni, lo scorso 21 novembre, il tribunale ha archiviato le accuse di omissione di atti d’ufficio e abuso d’ufficio nei confronti dell’ex ministro dell’Interno e del capo di Gabinetto Matteo Piantedosi. Entrambi erano indagati per la negazione allo sbarco ai 65 migranti che si trovavano a bordo della Alan Kurdi lo scorso aprile. “L’assenza di norme di portata precettiva chiara applicabili alla vicenda non consente di individuare, con riferimento all’ipotizzato, indebito rifiuto di indicazione del Pos (Place of safety), precisi obblighi di legge violati dagli indagati. E di conseguenza di ricondurre i loro comportamenti a fattispecie di rilevanza penale”.

Il commento di Matteo Salvini

Qualche giorno fa, il leader della Lega Matteo Salvini, appresa la notizia dell’archiviazione, aveva esultato tramite un post su Facebook. “Finalmente un tribunale riconosce che bloccare gli sbarchi non autorizzati non è reato“, aveva detto.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.