Elezioni in Emilia, Bonaccini senza simbolo Pd: “Il verde? Per l’ambiente”

Per la campagna elettorale in Emilia Romagna, il candidato su cui punta il Pd, Stefano Bonaccini, ha scelto manifesti senza simboli di partito.

Manifesti di Bonaccini
Manifesti di Bonaccini

Per la campagna elettorale in Emilia Romagna, il candidato su cui punta il Pd, Stefano Bonaccini, ha scelto manifesti senza simboli di partito. Peculiare anche la scelta dei colori dominanti. Infatti, nei manifesti spicca il verde, colore da sempre associato alla Lega e che porterà la Borgonzoni, candidata di Centrodestra. Le elezioni Regionali in Emilia Romagna si terranno il prossimo 26 gennaio, in concomitanza con le elezioni in Calabria. Quel giorno gli occhi dell’intera nazioni saranno puntati sulle urne, per capire anche quale sarà la sorte del Governo.

Elezioni in Emilia, Bonaccini senza simbolo Pd: “Il verde? Per l’ambiente”

Intanto, come già detto, sono spuntati i primi manifesti di Bonaccini. Su di essi capeggia una sua foto, che lo vede sorridente, e la scritta “Stefano Bonaccini Presidente”. Appena sotto lo slogan “Emilia-Romagna, un passo avanti”.

Lo sguardo di molti va però a quello che non c’è. Manca il simbolo del Pd. A questo proposito il candidato non ha rilasciato spiegazioni, dando così la sponda ai suoi avversari. Questi ultimi infatti hanno sostenuto che la “Sinistra si vergogna talmente di se stessa, da voler nascondere anche i suoi simboli”. E ancora: “Vogliono accattivarsi anche le Sardine e molti del Movimento 5 stelle”.

Sul colore verde che capeggia sul manifesto, invece, Bonaccini risponde. “Un verde sostenibile, per l’ambiente – spiega -. Infine, a parziale spiegazione della mancanza di simboli dice: “Un progetto e nomi che vanno oltre il partito”.