Elezioni in Emilia Romagna e Calabria: voto del M5S su Rousseau per decidere se partecipare

Al via oggi alle 12 le votazioni sulla piattaforma per decidere se il m5S parteciperà alle prossime elezioni regionali in Emilia Romagna e Calabria

M5S, scontro in Senato
M5S

Alle elezioni regionali in Emilia Romagna e in Calabria il M5S potrebbe non partecipare. E a deciderlo saranno gli iscritti al Movimento attraverso il voto sulla piattaforma Rousseau. Votazioni aperte, dunque, il 21 novembre, dalle 12 alle 20, come specificato nel Blog delle Stelle.

Il post sulle elezioni in Emilia Romagna e Calabria

“Abbiamo deciso di sottoporre agli iscritti la decisione riguardante la partecipazione alle imminenti elezioni regionali in Emilia – Romagna e in Calabria. A noi la scelta, scrivono sul blog. “Partecipare alle elezioni richiede uno sforzo organizzativo, anche nazionale, e di concentrazione altissimo. Ciascuno di noi deve interrogarsi, con la massima responsabilità, sul contributo che sente di dare nei prossimi mesi, su dove sente più giusto che i suoi portavoce dirigano il proprio impegno” spiega il Movimento.

“Tutto quello che possiamo immaginare possiamo farlo e abbiamo il dovere e il diritto di immaginare un’Italia radicalmente diversa. Non è una sfida facile. È misurarci con una visione dell’Italia da qui ai prossimi 20 anni. Ci troviamo di fronte alla sfida più difficile che abbiamo mai affrontato. Per questo abbiamo bisogno del sostegno e del supporto di tutti, oggi più che mai”, continuano nel blog.

Il malcontento di Forciniti

Ma nel Movimento, l’accordo per il voto su Rousseau non è unanime, e sopratutto in Calabria serpeggia il malcontento, soprattutto tra i referenti. Esce però allo scoperto solo il deputato Cinquestelle Francesco Forciniti, che giudica la votazione online “umiliante”. E poi, chiede di votare per la partecipazione alle regionali. E in un post su Facebook non usa mezzi termini: “Se ci sarà impedito di partecipare alle prossime elezioni regionali calabresi, si sarà consumato un subdolo gioco di palazzo per lasciare al Pd qualche possibilità in più di salvare le proprie poltrone emiliane, con l’illusione da parte di qualche stratega romano che questo possa rafforzare il governo giallorosso”. “Evidentemente l’esperienza del caso Diciotti e del rapporto con Salvini non ci ha ancora fatto capire che piegarsi alla volontà degli alleati di turno non rafforza in alcun modo il governo“, prosegue.

E poi attacca: “Il post che annuncia la votazione online, poi, è di una scorrettezza allucinante, perché indirizza l’esito del voto in maniera palese”.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.