Renzi ammette: “Se andiamo a votare adesso, Salvini si prende il Paese”

Il leader di Italia Viva Matteo Renzi non ci gira più intorno: "Andare a votare oggi significa regalare a Salvini il Paese, il Quirinale, i pieni poteri".

Matteo Renzi querela
Renzi querela "l'Espresso" (foto repertorio)

Il leader di Italia Viva Matteo Renzi non ci gira più intorno: “Andare a votare oggi significa regalare a Salvini il Paese, il Quirinale, i pieni poteri”. Quello che però Renzi non dice è che un voto anticipato penalizzerebbe anche Italia Viva, che stando agli ultimi sondaggi.

Renzi, inoltre, un’intervista del Corriere della Sera, ha criticato anche il suo ex partito, il Pd, e di Nicola Zingaretti. Il motivo è sempre quello, la possibilità che il Presidente della Regione Lazio faccia cadere il Governo per andare a nuove elezioni: “Può darsi che questa sia la decisione autolesionista di parte del gruppo dirigente del Pd. Ma non credo sia l’interesse degli elettori del Pd, oltre che dei cittadini italiani…”.

Infine Renzi si è concesso un’analisi sulla situazione italiana:”La situazione italiana è seria: la crescita zero fa male alle aziende e fa crescere il rapporto debito/Pil. Noi proponiamo di sbloccare i 120 miliardi di euro che sono fermi nei cassetti attraverso l’utilizzo di procedure straordinarie come abbiamo fatto a Milano con l’Expo. Il modello Expo ha rilanciato Milano, il modello Expo può rilanciare l’Italia. Ma non c’è un secondo da perdere, serve uno shock. Con noi il Pil cresceva, adesso invece è a zero… Per questo sogno di ottenere non la maggioranza ma l’unanimità sul testo che Italia Viva sta predisponendo per il progetto Italia Shock. Perché tutti sono d’accordo a parole con l’esigenza di sbloccare i cantieri. Ora che finalmente qualcuno propone un decreto, nessuno può tirarsi indietro. I soldi ci sono, serve la volontà…”.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.