Vauro: “Salvini andava nei centri sociali a comprare droga”. Ora rischia

Il noto vignettista Vauro Senesi ha rilasciato una discussa intervista all'Adnkronos, in cui ha parlato del leader della Lega Matteo Salvini.

Vauro contro Di Maio
Vauro contro Di Maio

Il noto vignettista Vauro Senesi ha rilasciato una discussa intervista all’Adnkronos, in cui ha parlato del leader della Lega Matteo Salvini. Questa volta, però, con le sue parole potrebbe avere esagerato. “L’ignoranza di Salvini è la sua forza, il suo è un messaggio micidiale: ‘sono come voi, sono ignorante e voi rimanete ignoranti’. “Il fascismo”, continua Vauro, “si nutre di un conformismo ignorante e io vedo il rischio del fascismo, lo vedo endemico, è un virus sopito“. E sul Governo tra Pd e M5s commenta: “Qualsiasi governo va bene, basta che tenga fuori Salvini”.

Vauro contro Salvini

Il vignettista arriva anche a spiegare cosa vuole dire essere tra “i nuovo fascisti”. Vuol dire assumere dei “disvalori, come la mancanza di solidarietà, che loro chiamano buonismo, l’avversione alla cultura, l’attacco ai professoroni, ai radical chic, parole che dimostrano come ci sia addirittura un linguaggio costruito ad hoc“.

“Ci sono però anche anticorpi nella società – continua -. Anche individuali, a volte che arrivano anche da schieramenti politici che non ti aspetti, come nel caso di Mara Carfagna. Forse un anticorpo nella società contro il fascismo c’è ancora, ma questo anticorpo va potenziato“.

Infine torna su Matteo Salvini. Lui “non crede a un cazzo, se non alla sua rincorsa del potere. Comunista padano? Un’altra presa per il culo, quando andava ai centri sociali, andava per comprarsi il fumo, lo sanno tutti. A Milano se lo ricordano“.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.