Ex Ilva, Di Maio e i 5 Stelle con l’incognita dello scudo penale

L'incognita dello scudo penale, in riferimento alle condizioni poste da ArcelorMittal per l'ex Ilva, minano e non poco la stabilità del Governo.

Web tax, la posizione di Di Maio
Web tax, la posizione di Di Maio (foto repertorio)

Luigi Di Maio ha parlato della spinosa questione dell’ex Ilva durante una riunione con i parlamentari tarantini del Movimento 5 Stelle. Secondo quanto riportato dall’AdnKronos, il Ministro degli Esteri avrebbe parlato del rischio riguardante l’immunità penale da portare al voto in Parlamento. «Il Parlamento è sovrano e decide assumendosi le sue responsabilità. Ovvero, se i numeri dovessero mancare tutti a casa. Sull’immunità penale verrebbe messa la fiducia e il Parlamento chiamato a decidere». Sulla questione è intervenuto anche il Premier Giuseppe Conte.

Ex Ilva, incognita sullo scudo penale

Il colosso franco-indiano ArcelorMittal ha chiesto delle garanzie onde evitare di abbandonare la barca dell’ex Ilva. Sulla questione, relativa al possibile nuovo inserimento dello scudo penale, sono molte le incognite. Ed è proprio per questo che qualora non dovesse passare il provvedimento si potrebbe scatenare una vera e propria crisi di Governo.

Le parole di Di Maio

«Una cosa è certa – dichiara il capo politico dei 5 Stelle – nessuno può permettersi di ricattare delle persone su una scelta: vivere o lavorare. Non possiamo rimanere in ostaggio di un’azienda, Mittal deve rispettare gli impegni presi. E vi garantisco che lo Stato si farà rispettare».