Sacerdote diffamò Salvini sui social: il Tribunale lo condanna

Un sacerdote insultò Salvini nel 2015 sui social network. I post sono stati giudicati da un Tribunale che ha condannato don Giorgio De Capitani.

Elezioni Emilia Romagna, l'affondo di Salvini
Elezioni Emilia Romagna, l'affondo di Salvini (foto Facebook)

Il sacerdote don Giorgio De Capitani è stato condannato per aver diffamato Matteo Salvini nel 2015. La vicenda, avvenuta anni fa, riguarda alcuni post pubblicato sui social ritenuti diffamatori dal leader della Lega che decise di querelarlo.

Sacerdote querelato da Salvini, la decisione

Salvini, assistito dall’avvocato Chiara Eccher, si è presentato il 23 ottobre per dare il via alla querela nei confronti del sacerdote. Durante l’udienza è stato sentito Luca Morisi, responsabile della comunicazione di Matteo Salvini, risultato essere il teste chiave. A seguire la deposizione di don De Capitani. Il pm ha chiesto una pena di 10mila euro.

La difesa, invece, ha chiesto l’assoluzione poiché “il fatto non costituisce reato”. Nel frattempo il sacerdote è stato condannato a una pena di 7.500 euro oltre a 7mila euro di risarcimento danno.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.