Cori razzisti contro Balotelli, Salvini: “Un operaio Ilva vale più di lui”

Ieri, domenica 3 novembre, durante Verona-Brescia, ci sono stati dei cori razzisti contro Mario Balotelli. Non si è fatto attendere il commento di Salvini.

Cori razzisti contro Balotelli, interviene Salvini
Cori razzisti contro Balotelli, interviene Salvini

Ieri, domenica 3 novembre, durante Verona-Brescia, ci sono stati dei cori razzisti contro Mario Balotelli, che hanno fatto arrabbiare il calciatore. Sulla questione sono intervenute parecchie personalità dal mondo dello sport, dalla politica ed è pure intervenuto il vescovo di Verona, Giuseppe Zenti. “Verona non è quella che si vede allo stadio”, ha detto quest’ultimo.

Cori razzisti contro Balotelli

Sulla questione è però intervenuto anche l’ex Ministro dell’Interno Matteo Salvini. “Con 20 mila posti di lavoro a rischio Balotelli è l’ultima mia preoccupazione – dice -. Ma proprio l’ultima ultima ultima. Vale più un operaio dell’Ilva che 10 Balotelli. Il razzismo va condannato ma non abbiamo bisogno di fenomeni”. Salvini si è riferito alla drammatica notizia di oggi, lunedì 4 novembre, della ArcelorMittal che adesso rimetterà l’Ilva nelle mani dello Stato italiano.

Poi è intervenuta anche Giorgia Meloni: “Se insulti razzisti ci sono stati, penso che si debbano sempre prendere provvedimenti perché assolutamente bisogna combattere il razzismo negli stadi. Non ho seguito la cosa, non ero allo stadio. Ho sentito che qualcuno invece diceva che non c’erano stati questi cori ma questo non sono in grado di dirlo perché allo stadio non c’ero”.