Elezioni Emilia Romagna, Di Maio si guarda intorno: nessun patto con il Pd

Luigi Di Maio ha parlato delle future elezioni in Emilia Romagna. Il leader dei 5 Stelle ha tracciato un bilancio sul patto civico fallito con il Pd.

Luigi Di Maio
Luigi Di Maio

Messe alle spalle le elezioni in Umbria, è tempo di nuova tornata in Emilia Romagna. Il Movimento 5 Stelle, dopo l’insuccesso del patto civico con il Partito Democratico, correrà da solo. A parlarne al Senato è stato Luigi Di Maio. Il leader pentastellato ha incontrato gli eletti per parlare della tornata elettorale umbra e dei risvolti che potrebbero esserci in merito all’alleanza regionale con il Pd.

Elezioni Emilia Romagna, la posizione di Luigi Di Maio

«L’indicazione principale arrivata dagli eletti – dice all’Adnkronos – è di andare da soli, perché la corsa solitaria ci caratterizza di più. ci vediamo come un Movimento ancora alternativo alle logiche politiche in Regione. Nel corso della riunione è stata analizzata la sconfitta di domenica scorsa. Un esperimento che non è andato bene e che quindi non è da ripetere». Di Maio, secondo una fonte vicina al Movimento, «ha voluto sapere come la pensiamo, ha messo tutte le opzioni in campo, tutte le possibilità. E tutti hanno espresso la loro opinione in libertà».

Tornata elettorale ad ampio raggio, dall’Emilia alla Calabria

L’incontro con gli eletti emiliani ha tracciato un bilancio anche per il futuro in vista delle prossime elezioni. Anche in Calabria, infatti, si è parlato delle prossime elezioni e degli scenari politici da proporre. La vicenda è stata commentata dalla vice della Camera del Movimento 5 Stelle, Maria Edera Spadoni. «Quello di oggi con il capo politico del MoVimento 5 Stelle Luigi Di Maio è stato un incontro molto positivo. Siamo tutti concordi nel presentarci da soli, senza fare alleanze con i partiti, in occasione delle prossime regionali in Emilia-Romagna. Le uniche alleanze che valuteremo di fare saranno quelle con le liste civiche».