Di Maio: “Fondi a Radio radicale? No, diamoli ai terremotati”

Ancora qualche problema sulla Legge di bilancio, tra i 93 articoli della bozza ce n'è uno che riguarda Radio Radicale e a Luigi Di Maio non è proprio andato giù

Luigi Di Maio
Luigi Di Maio

Ancora qualche problema sulla Legge di bilancio, tra i 93 articoli della bozza ce n’è uno che riguarda Radio Radicale e a Luigi Di Maio non è proprio andato giù. Radio Radicale, lo ricordiamo, trasmette da circa 40 anni le dirette dal Parlamento, i congressi di tutti i partiti e le udienze dei processi di maggiore importanza. Il governo, nella manovra, avrebbe approvato una nuova proroga della convenzione con la radio.

Nel testo della bozza, come riporta Il Giornale, si legge che “Il Ministero dello Sviluppo economico è autorizzato a prorogare, per gli anni 2020-2022 il regime convenzionale con il centro di produzione Spa. A tal fine è autorizzata la spesa di 8 milioni di euro per ciascuno degli anni del triennio 2020-2022″.

Di Maio: “Fondi a Radio radicale? No, diamoli ai terremotati”

Se tutto sarà rispettato, a Radio Radicale andranno complessivamente 24 milioni di euro. Il Movimento 5 Stelle si è però schierato più volte per la chiusura dell’emittente. Nel maggio 2019, era stato Vito Crimi a opporsi al finanziamento. Il Governo, tuttavia, nell’ultima votazione era andato sotto e l’emittente alla fine si era salvata. “Sono soldi delle tasse dei cittadini che vanno nelle casse di una radio di partito. Questo è un fatto. Contenti loro, scontenti sicuramente i cittadini e le loro tasse“, aveva commentato Crimi.

Ma chi era andato più su tutte le furie era stato il leader politico del Movimento, Luigi Di Maio. “Negli anni sono stati dati circa 250 milioni di euro di soldi pubblici a Radio Radicale, che è una radio privata – aveva dichiarato -. Dove sono finiti questi 250 milioni? Che ci hanno fatto? Perché sono stati dati tutti questi soldi a un’azienda privata?”. Ora la diatriba si ripropone.

“Gli 8 milioni a Radio Radicale? Ma diamoli ai terremotati, alle persone colpite dal sisma” è esploso Di Maio. Subito non si sono fatte attendere le repliche della parte dem: “Vedo rispuntare il riflesso pavloviano contro Radio Radicale in casa M5S. Si tratta di democrazia, di pluralismo e diritto all’informazione”, ha dichiarato Filippo Sensi.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.