Governo Conte Bis, Salvini: “Non può andare avanti molto”

Matteo Salvini attacca il governo Conte bis dopo la vittoria schiacciante del centrodestra in Umbria, sostenendo che non può andare avanti molto

Matteo Salvini
Matteo Salvini (foto Afp)

Matteo Salvini attacca il governo Conte bis alla luce della vittoria in Umbria, dove la Lega ha raccolto oltre il 36% dei consensi. Una vittoria del centrodestra che rappresenta un flop per il Partito Democratico ma più ancora per il M5S che si è attestato solo intorno al 7%.

Matteo Salvini sul governo Conte bis

Proprio su questo fa leva il leader del Carroccio, sostenendo che il Conte bis non è un governo che rappresenta il popolo italiano. “Non penso che possano andare avanti per molto”, rincara la dose ai microfoni di Radio24. Se cade il governo, l’unica alternativa è il voto. Non è rispettoso né della Costituzione, né degli italiani. Mi rifiuto di pensare ad altre alternative a questo governo che non siano gli italiani con il voto’‘, aggiunge Salvini.

Sul totonomi, che vede Mario Draghi in pole position per la carica di premier in caso di caduta del governo Conte bis, Salvini risponde secco: “E’ anche sciocco fare il totonomi, questo governo è in carica da un mese e mezzo, non rappresenta il voto degli italiani, mi rifiuto di pensare ad alternative che non sia il voto”. “Poi è chiaro che se qualcuno, piuttosto che andare a votare, aspetta la Befana o mago Zurlì non è rispettoso per gli italiani”, insiste ancora. Nega anche qualunque possibilità di tornare al governo con il M5S: ”Ma figurati!, non so chi abbia scritto questa sciocchezza, ma è l’ultima cosa a cui penso”. ”Il centrodestra è una squadra, si è vinto insieme. Se qualcuno poi non cresce, crescerà la prossima volta. L’importante è che cresce la squadra”, soggiunge. ”All’inizio, quando ho cominciato da segretario, la Lega aveva il 3%. L’importante è meritarsi i voti il giorno dopo”.

La risposta di Conte

Giuseppe conte però non sembra essere preoccupato, tanto che a chi gli domanda se si senta messo in discussione dopo l’esito del voto in Umbria risponde serafico: “Ho il sole, il cielo, il mare… “. Dribbla la domanda, Conte, ricorremdo a una strofa del celebre brano di Domenico Modugno, “Meraviglioso”.