Elezioni Umbria 2019: affluenza definitiva ore 23: ha votato il 64,40%

Terminate le elezioni regionali in Umbria 2019, domenica 27 ottobre : affluenza diffusa alle ore 12,19 e 23. Tutte le informazioni sul voto

Elezioni regionali Umbria 2019, i dati sull'affluenza
Elezioni regionali Umbria 2019, i dati sull'affluenza

Sono terminate le elezioni in Umbria in programma domenica 27 ottobre 2019: tre gli aggiornamenti sull’affluenza. Urne aperte dalle ore 7 e chiusura dei seggi fissata alle 23. Il voto servirà per eleggere il nuovo governatore della Regione Umbria. Sul sito CiSiamo.info avete potuto seguire tutti gli aggiornamenti in tempo reale con i dati sul voto e le percentuali ottenute dai candidati e dalle liste che li supportano. I numeri sono stati forniti secondo quanto riportato da Eligendo.

Affluenza definitiva ore 23

L’affluenza definitiva alle ore 23 per le elezioni regionali in Umbria è stata del 64,40%, con scrutinate 92 Comuni su 92, in rialzo rispetto ai dati delle scorse elezioni. La città dove si è registrata l’affluenza più alta è stata San Venanzo, in provincia di Terni, con oltre il 75%. Al contrario, la città con l’affluenza più bassa è stata Ficulle, in provincia di Terni. Qui si è registrata un’affluenza del 56%.

Affluenza alle ore 19

L’affluenza alle ore 19 alle elezioni Umbria 2019 è stata del 52,80%. A poche ore dalla chiusura dei seggi, il dato è in rialzo rispetto alle precedenti elezioni. Alla stessa ora, durante le scorse elezioni si era registrata un’affluenza del 39,91%. La percentuale più alta di voto si è registrata nel comune di Preci, con un’affluenza alle urne del 63,39% degli aventi diritto. Alle 19, l’affluenza minore si è registrata invece a Ficulle in provincia di Terni, con il 46,32%.

Elezioni Umbria 2019, affluenza ore 12

Sono stati diffusi i dati ufficiali sull’affluenza alle urne delle ore 12. Il dato di mezzogiorno parla del 19,55% degli aventi diritto che si sono recati alle urne durante le prime cinque ore di voto. Durante le precedenti elezioni il dato era del 15,39%. Il luogo dove si è ottenuta la più alta percentuale di affluenza è Poggiodomo (provincia di Perugia) con il 23,60%. Durante le scorse si era giunta poco sopra il 10%: si tratta di oltre dieci punti percentuali. La cittadina che ha ottenuto una minore affluenza alle ore 12 è Allerona, in provincia di Terni, con l’11,32% contro il precedente del 12,57%.

Aggiornamenti sull’affluenza

Una diretta della tornata elettorale ha fornito i dettagli sull’ultima contesa politica dell’anno a livello regionale. I lettori hanno conosciuto le percentuali sull’affluenza alle urne delle elezioni regionali Umbria 2019 mediante tre aggiornamenti: ore 12, 19 e la definitiva delle 23 di domenica 27 ottobre.

I candidati delle elezioni regionali in Umbria (2019)

Per il centrodestra Daniela Tosei della Lega ha dato vita vita alla formazione politica volta nel conquistare l’elettorato umbro e sarà sostenuta da cinque liste. Oltre a partito del Carroccio è stata supportata Fratelli d’Italia, Forza Italia, Umbria Civica e Tesei Presidente. Dall’altro lato, invece, il centrosinistra ha deciso di virare su Vincenzo Bianconi: la decisione è stata condivisa anche dal Movimento 5 Stelle. L’uomoè stato sostenuto dalle liste di Movimento 5 Stelle, Partito Democratico, Sinistra civica e verde e Bianconi per l’Umbria. Tre liste civiche anche per Claudio Ricci. L’ex primo cittadino di Assisi sarà sostenuto da Ricci Presidente, Italia Civica e Proposta Umbria.

A seguire Rossano Rubicondi con il Partito Comunista e Antonio Pappalardo. Quest’ultimo è il leader dei gilet arancioni. Il Partito delle buone maniere è stato guidato dalla candidatura di Giuseppe Cirillo mentre Riconquistare l’Italia dall’attrice di cinema e televisione Martina Carletti. Due liste, Potere al popolo e Partito Comunista Italiano, in favore di Emiliano Camuzzi nelle elezioni in Umbria (2019).

Come si vota

Chi ha il diritto di voto si è recato presso il proprio seggio di appartenenza munito di documento di riconoscimento valido e della propria tessera elettorale. Chi l’ha smarrita, o non la possiede, l’ha potuta richiedere presso l’ufficio elettorale del Comune dove risiede. Non è previsto, durante le elezioni regionali in Umbria, il voto disgiunto. Non si è potuto quindi votare un partito di una coalizione opposta rispetto al candidato alla Regione Umbria. La legge “Umbricellum” ha certificato l’assenza di ballottaggio: vince chi avrà ottenuto anche un solo voto in più rispetto agli avversari. Esistono tre possibilità di voto:

  • Tracciare un segno sul nome del candidato governatore. In tal caso la preferenza sarà estesa alla lista o alla coalizione collegata;
  • Votare una lista senza ulteriori segni. Questa scelta darà modo di votare partito e candidato annesso;
  • Barrare la lista del candidato e una lista collegata a esso.