Luciana Lamorgese incontra le Ong, arriva il “cambio di rotta” sui migranti

Il Ministro dell'Interno Luciana Lamorgese ha incontrato oggi, sabato 26 ottobre, le Ong che si occupano del salvataggio dei migranti in mare.

Luciana Lamorgese
Luciana Lamorgese

Il Ministro dell’Interno Luciana Lamorgese ha incontrato oggi, sabato 26 ottobre, le Ong che si occupano del salvataggio dei migranti in mare. All’incontro hanno partecipato Medici Senza Frontiere, Mediterranea, Open Arms, Pilotes Volontaires, Sea Eye, Sea Watch e Sos Mediterranee. Tutte hanno “apprezzato l’apertura del ministro” e hanno auspicato che questo incontro sia stato un “punto di partenza”.

Lamorgese incontra le Ong

Come riporta Il Giornale, le Ong hanno sottolineato la necessità di ripristinare un sistema di soccorso efficace. In grado di garantire il rispetto della vita e dei diritti umani, contenendo morti e sofferenze“. Questo comunque “nel rispetto dei trattati internazionali, evitando pericolosi ritardi, omissioni di intervento e mancanza di comunicazione sulle imbarcazioni in difficoltà”

Avrebbero però anche avanzato una richiesta. Vorrebbero che ci fosse un coinvolgimento europeoche consenta lo sbarco dei naufraghi in porti sicuri. Le Ong, dunque, vorrebbero la cancellazione, o almeno una sostanziale modifica, dei decreti sicurezza. Tra le loro richieste ci sarebbe infatti: “Il rilascio immediato delle navi umanitarie illegittimamente poste sotto sequestro amministrativo, affinché tornino al più presto a salvare vite“. Inoltre “ci auguriamo che questo incontro segni l’inizio di un’interlocuzione continuativa, concreta e trasparente, basata sulla realtà dei fatti e sull’urgenza di risposte efficaci”.

Il commento di Matteo Salvini e Giorgia Meloni

Non si è fatto attendere il commento di Matteo Salvini: “Non contenta di aver triplicato gli sbarchi di immigrati in meno di due mesi, il ministro invita al Viminale le Ong protagoniste di questi arrivi. Non ho parole. Io sto sempre dalla parte delle Forze dell’Ordine che difendono i confini, mi spiace che qualcuno invece tifi per gli altri“.

Giorgia Meloni invece ha dichiarato: “Penso che ci sia un problema serio se abbiamo un ministro degli Interni che fa una cosa del genere”.