Elezioni in Umbria, Berlusconi: “Espugneremo fortino rosso”

Silvio Berlusconi dopo Olbia-Monza
Silvio Berlusconi dopo Olbia-Monza

Le elezioni in Umbria sono ormai alle porte e, a pochi giorni dalla partenza, arriva il discorso sicuro di Silvio Berlusconi. “Il giorno delle elezioni è fondamentale per cambiare tutto in Umbria dopo 50 anni di governo della sinistra – ha dichiarato -. Dobbiamo “espugnare un fortino rosso per 50 anni appunto” e dare un “segnale rilevante e simbolico anche per l’Italia”.

Quindi anche il leader di Forza Italia vuole partire dall’Umbria per provare a scuotere il Governo giallo-rosso. Tuttavia, a pochi giorni dalla partenza, è caduta una mannaia sull’attuale principale leader della coalizione di centrodestra. Berlusconi però lo difende: “Credo che Salvini lo abbia già detto. Non ha ricevuto nessun sostegno finanziario dalla Russia, e a me questo è stato confermato personalmente dal presidente Putin“.

Elezioni in Umbria, Berlusconi attacca il Governo

Silvio Berlusconi non ha intenzione di salvare nulla del Governo attuale: “Giudico male la manovra. Ma il peggio di sé questa maggioranza innaturale lo ha dato sull’innalzamento delle pene per chi evade: non era necessario un ritocco della pena che c’è già ed è molto pericoloso l’abbassamento dell’ammontare dell’evasione a 100 mila euro, vuol dire che i giudici politicizzati di sinistra potranno incolpare chiunque. Ricordiamoci che oggi 287 evasori sono già in carcere e di questi 64 non per una condanna definitiva. Sono molto preoccupato da quello che potrà accadere a troppi italiani magari invisi a qualcuno di questa nuova incredibile maggioranza”.

Infine: “Non temo nulla, anche perché Renzi è un uomo di sinistra. Gli auguro fortuna e successo ma nella sua metà campo, che è quella opposta a noi”.