Salvini e Renzi a Porta a Porta, entrambi si attribuiscono la vittoria

Ieri, martedì 15 ottobre, in tarda serata, a Porta a Porta è andato in scena il tanto atteso duello tv tra Matteo Renzi e Matteo Salvini.

Renzi e Salvini a Porta a Porta
Renzi e Salvini a Porta a Porta

Ieri, martedì 15 ottobre, in tarda serata, a Porta a Porta è andato in scena il tanto atteso duello tv tra Matteo Renzi e Matteo Salvini. Tempo un giorno e già i due leader si stanno attribuendo la vittoria sul palcoscenico televisivo. Il primo a cinguettare è stato il leader di Italia Viva: “Quattro milioni di persone hanno assistito al confronto tra me e Salvini ieri sera su Rai1. Sono felice dei commenti, soprattutto di chi ha notato che noi siamo rimasti sui numeri, sui dati, sui fatti”.

Salvini e Renzi a Porta a Porta

Poi Renzi attacca: Salvini invece era un disco rotto sulle sue solite cose ma non ha mai risposto alle domande, da quota100 ai 49 milioni di euro fatti sparire dalla Lega: non rispondere è la sua forza, lo sappiamo. Tuttavia sono felice non solo per i commenti o per il risultato. Il fatto stesso che finalmente ci sia stato un confronto tra due esponenti politici, un confronto serio, ben moderato è un segno molto importante. Spero che sia finito il tempo dei monologhi nei talk show, spero che sia finito il tempo in cui i leader scappano dai dibattiti come accaduto alle ultime Politiche”. E ancora: “C’è fame di politica, di confronto, di serietà. E il dibattito di ieri lo dimostra. Italia Viva farà la sua parte con entusiasmo e competenza a cominciare dalla prossima Leopolda”.

In un altro post infine Matteo Renzi dichiara: “C’è una domanda precisa a cui Salvini nemmeno ieri mi ha risposto. I famosi 49 milioni li ha spesi sì o no? Non è difficile, basterebbe una semplice risposta. Salvini ha usato quei soldi per alimentare la sua propaganda falsa sui social? Deve rispondere, non fuggire”.

Non si è fatto attendere il commento ironico del leader della Lega: “Da una parte un’ora di proposte, dall’altra un’ora di insulti. Futuro contro passato”.