+Europa perde altri pezzi, la Bonino ora strizza l’occhio a Calenda

Dopo Bruno Tabacci, anche Alessandro Fusacchia ha lasciato +Europa, la Bonino, sempre più sola, inizia dunque a guardare a Carlo Calenda.

Emma Bonino
Emma Bonino

Emma Bonino, dopo l’ennesimo abbandono nelle file di +Europa, starebbe pensando a un accordo con il partito Siamo europei di Carlo Calenda. E c’è già, intanto, chi parla della fine totale di +Europa, che gli ultimi sondaggi danno ben sotto il 5 per cento. Le prime diserzioni dal partito e le prime forti divisione erano arrivate appena dopo il voto di fiducia al Governo Conte Bis. Adesso continuano, e si fanno drammatiche. Dopo Bruno Tabacci, infatti, anche Alessandro Fusacchia ha lasciato +Europa.

La Bonino guarda a Calenda, +Europa al capolinea?

La maggioranza del partito guidato dalla Bonino aveva scelto di rimanere all’opposizione rispetto al nuovo governo targato Pd e M5s. Alcuni deputati alla camera – Riccardo Magi, Alessandro Fusacchia e Bruno Tabacci -, tuttavia, avevano votato sì al patto giallorosso. A questa prima spaccatura, ha fatto seguito la decisione del presidente del Centro Democratico di lasciare +Europa a fine settembre.

Infine, ieri, sabato 12 ottobre, anche Fusacchia è passato al Gruppo Misto. E le sue parole, pubblicate da La Repubblica, hanno avuto un forte eco. “Se in pochi mesi ti perdi 1’80% degli iscritti e 3 deputati su 3 sul voto di fiducia, forse dovresti dimetterti. Poi il deputato ha ribadito che nel partito non ci sono “le condizioni per andare avanti“. Da qui la decisione di Emma Bonino, sempre più sola e accerchiata, di ammiccare a Calenda e al suo nuovo progetto, il quale in parte ricalca gli ideali europeisti della stessa Bonino.

Ora si aspetta la decisione di Carlo Calenda, che comunque dovrebbe essere affermativa. Infatti, era stato proprio l’ex Ministro, subito dopo aver rotto con il Pd, a cercare un’alleanza con +Europa.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.