Alleanza Pd-M5S: la dura replica di Di Maio a Zingaretti

"Non sono in questo momento all'ordine del giorno patti regionali né tantomeno nazionali", ha replicato il leader del MoVimento

Enrico Rossi:
Enrico Rossi: "Finita l'illusione con i 5 stelle"

Una proposta che ha suscitato non poche polemiche quella di Nicola Zingaretti ai 5 Stelle. Il leader del Pd aveva infatti proposto di ufficializzare l’unione con i 5 Stelle in tempo per le prossime elezioni. Lo scopo? Impedire il ritorno di Matteo Salvini, secondo il dem. Dopo poco è però arrivata la secca replica di Luigi Di Maio a questa nuova alleanza proposta da Zingaretti.

ZINGARETTI SENZA VERGOGNA: ALLEANZA PD-M5S, ALTRIMENTI TORNA SALVINI"

“Proviamo a trasformare l’accordo Pd-M5S in una vera alleanza e costruire un nuovo centrosinistra. Altrimenti torna Matteo Salvini”.Ormai lo dicono senza ritegno: questo governo del tradimento esiste soltanto per paura di Salvini.Hanno gettato la maschera, gli Italiani non li perdoneranno.

Pubblicato da Matteo Salvini su Sabato 12 ottobre 2019

La proposta di Zingaretti al MoVimento

Noi oggi abbiamo forze politiche che potenzialmente rappresentano il 45-48 per cento degli italiani“, aveva dichiarato il leader del Partito Democratico parlando a Otto e Mezzo. Zingaretti aveva poi lanciato una nuova proposta agli alleati di governo. “Vogliamo provare a farla diventare un’alleanza? Altrimenti, inutile girarci attorno, torna Salvini“. Una velata minaccia, a cui lo stesso leader del Carroccio aveva replicato in un post su Facebook: “Ormai lo dicono senza ritegno: questo governo del tradimento esiste soltanto per paura di Salvini. Hanno gettato la maschera, gli Italiani non li perdoneranno“. Nel suo discorso Zingaretti aveva anche tirato in ballo gli ex dem di Italia Viva con Matteo Renzi: “Va chiesto a lui. Per me non ci sarebbe problema“.

Negative però le risposte di molti membri del partito, che in più post sui social hanno commentato la proposta con frasi come: “Sarebbe un suicidio politico“. Oppure: “Io sono senza parole. Ma davvero non hanno capito con chi sono al governo?“.

PD propone alleanza: la replica di Di Maio

Non è incoraggiante nemmeno la replica di Luigi Di Maio alla proposta di alleanza avanzata da Nicola Zingaretti. Il leader del MoVimento 5 Stelle, parlando in un’intervista a Sky, ha infatti affermato: “Non sono in questo momento all’ordine del giorno patti regionali né tantomeno nazionali. A me più che i patti interessano i fatti. In Umbria se vince Bianconi nessun assessore sarà di un partito“.

Una brusca frenata alla proposta del dem, che però sembra non costituire un colpo diretto agli alleati. “Stimo molto Zingaretti e Franceschini dal punto di vista politico e da come gestiscono il lavoro“, ha aggiunto infatti Di Maio, rispondendo anche alle critiche sui pochi incontri fatti finora tra i due partiti al governo. “Ci sono meno vertici ma molto più concludenti e soprattutto che avviano una strada”. Il leader del M5S ha poi concluso dicendo: “Ero uno dei più scettici sul governo con il Pd ma il rapporto di questo primo mese di governo è di forte collaborazione“.