Dieci anni di 5 Stelle: Di Maio annuncia la rivoluzione del partito

"Si passa a un modello in cui ci saranno 80-90 persone che gestiranno il movimento in tutta Italia", ha dichiarato il leader del MoVimento

Luigi Di Maio fa il punto su Alitalia
Luigi Di Maio fa il punto su Alitalia (foto: Facebook)

Sono passati dieci anni dai primi Vaffaday, dalle urla sui palchi e la rivoluzione dei social per raccogliere le prime firme. Dieci anni di lotte per entrare al governo, di rotture interne, delusioni amministrative, espulsioni, crisi alla Di Battista e momenti imbarazzanti alla Toninelli. Dieci anni in cui il MoVimento, da quel fatidico 4 ottobre del 2009, è cresciuto e si è evoluto fino a diventare la prima forza politica rappresentata in Parlamento. Un decennale che i pentastellati hanno deciso di festeggiare questo weekend, alla Mostra d’Oltremare. È in questa occasione che Di Maio annuncia la rivoluzione del M5S.

Dieci anni di M5S: l’annuncio di Di Maio

In onore del decennale, il leader del MoVimento Luigi Di Maio infatti lancia la sua nuova idea sulla organizzazione del MoVimento. Parlando a L’Intervista di Maria Latella, ripresa da Tgcom24, dichiara: “Questa Italia a 5 stelle vede il MoVimento arrivare con una grande vittoria come il taglio dei parlamentari. E il M5s si darà un’organizzazione, si passa a un modello in cui ci saranno 80-90 persone che gestiranno il movimento in tutta Italia“. E poi aggiunge: “Abbiamo bisogno di un’organizzazione, di ruoli di responsabilità, sono d’accordo con Roberto Fico“. Era stato Fico infatti a parlare di “necessità di luoghi di confronto“.

Decennale del MoVimento: i grandi assenti

Di Maio annuncia quindi la rivoluzione del M5S, ma alcuni cambiamenti fondamentali sono già in corso. Infatti, riporta il giornale online, sono diversi i nomi di illustri personaggi del MoVimento che non ci saranno a questa festa. Tra di loro, saltano agli occhi quelli di Barbara Lezzi e Giulia Grillo, ex ministre del governo giallo-verde, e Alessandro Di Battista.

Un tasto dolente per Di Maio, che durante il suo tour elettorale in Umbria ribadisce invece l’unione del MoVimento: “Facciamo dieci anni. Dieci anni di risultati, in dieci anni siamo arrivati al governo del Paese e ci stiamo già da un anno e mezzo“. E annuncia: “Ci saremo tutti e sarà anche un momento di discussione ed è logico che sia così, lo è sempre stato“.

Dieci anni del MoVimento: chi ci sarà alla festa

Tra le persone che invece saliranno sul palco a parlare ci sarà anche il presidente del Consiglio Giuseppe Conte. Immancabile anche i fondatori storici del MoVimento: il comico Beppe Grillo e Davide Casaleggio, erede di Gianroberto e gestore della discussa piattaforma Rousseau.